Biologico è... "VIVERE BENE"

Fare quello in cui si crede, diffondere la sostenibilità della viticoltura biologica, questo tipo di agricoltura non è un tornare al passato ma è un’innovazione che unisce le tecnologie di oggi all’esperienza del viticoltore che vuole mantenere e non sfruttare la terra, usare prodotti naturali e non chimici, preservare il gusto e la tipicità del prodotto. La salute nel bicchiere viene garantita dalla tracciabilità di filiera, dalla mancanza di residui di prodotti chimici in quanto banditi in questo tipo di viticoltura.

Facciamo la nostra parte per promuovere il territorio coltivando uve dalle caratteristiche organolettiche eccellenti, proteggendo la tipicità varietale che determina il carattere e le peculiarità del prodotto nel bicchiere. L’etica è un punto fondamentale, garantita dall’ottenimento della certificazione SA 8000:2008, nei confronti di tutti gli stakeholders dell’impresa, dai fornitori ai distributori ai quali viene offerta la garanzia di un servizio affidabile e di una collaborazione durevole, nella tutela dei diritti dei lavoratori.

La logistica e l’amministrazione vengono svolte a Verona, i vini vengono prodotti dai vignaioli certificati “bio” secondo i parametri istituzionali promossi dagli enti preposti e fidelizzati dalla Mont’Albano che, nelle varie regioni, controlla oltre ai parametri legislativi la fedeltà dei produttori ai principi che oramai da 30 anni vengono promossi da Mont’Albano. In Friuli rimane la capostipite del progetto, la Mont’Albano Agricola, che realizza una gamma di vini di nicchia, fiore all’occhiello dell’intera produzione.

Certificazioni

Perché esiste la certificazione?
Per dare un’ulteriore garanzia al consumatore che non può conoscere da vicino la realtà dell’azienda produttrice.

Essere certificati deve essere un riconoscimento, un pregio da apporre con orgoglio sul proprio prodotto. Troppo spesso la certificazione è vista esclusivamente come una procedura burocratica questa visione è per noi di Mont’Albano, un errore, un luogo comune, si tende a confondere la complessità delle procedure col valore del riconoscimento.
Certamente “certificarsi” è un percorso difficile e non privo di ostacoli e tecnicismi, ma poter dare la garanzia al cliente e prima di tutto a noi stessi che la strada percorsa è quella giusta ci ripaga ampiamente degli sforzi sostenuti.

La nostra azienda ha scelto la strada delle certificazioni per chiarezza, trasparenza ed un innato senso etico che ci guida nel nostro lavoro.La salute nel bicchiere viene garantita dalla tracciabilità di filiera, dalla mancanza di residui di prodotti chimici in quanto banditi in questo tipo di viticoltura.

Dal 1992 siamo certificati per la produzione di uve biologiche e vini biologici

  • Regolamento (CE) n° 834/2007 (ex Reg. CEE 2092/91)
  • Regolamento (CE) n° 889/2008 recante modalità di applicazione al Reg. 834/2007
  • Regolamento (UE) n 203/2012 modifica il Reg. (CE) 889/2008 recante modalità di applicazione del reg. (CE) 834/2007 per le applicazioni del vino biologico
  • N.O.P. (National Organic Program) del 22/10/2002 regolamenta i vini biologici per gli Stati Uniti
  • C.O.R. (Canada Organic Regime) CAN/CGSB 32,310_2006_modificata Ottobre 2008 e Dicembre 2009 regolamenta i vini biologici per il Canada

I Vini Più Venduti

Categorie