Agricola

In Friuli rimane la capostipite del progetto, la Mont’Albano Agricola, che realizza una gamma di vini di nicchia, fiore all’occhiello dell’intera produzione. Mauro Braidot, fondatore della Mont’Albano, in 5 ettari di vigneti a conduzione diretta in un territorio particolarmente vocato alla viticoltura, produce i migliori vini friulani.

Nella Mont’Albano Agricola vengono ricevuti i clienti e tutti gli appassionati del buon vino e del vivere bene.  Viene raccontata la storia e il perché delle scelte alla base delle coltivazioni biologiche e naturali e vengono fatti degustare i vini biologici.

Se si vuole vivere un emozione, in un’atmosfera famigliare, non si può fare a meno di prenotare una visita alla Mont’Albano Agricola.

Bed & Living

“Luoghi dove riscoprire la meraviglia di vivere il ritmo della natura”.

L’Agriturismo Montalbano Bed & Living dispone di appartamenti spaziosi di 60mq ca. con ingresso indipendente completamente arredati.

A disposizione degli ospiti
Set biancheria, televisore, riscaldamento, aria condizionata, cucina attrezzata, frigorifero, lavastoviglie, microonde, piano cottura, asciugacapelli, Wi-Fi gratuito, Wi-Fi gratuito ed ampio parcheggio ombreggiato..

Dove si trova
L’Agriturismo Montalbano sorge tra le colline orientali del Friuli, tra i vigneti di proprietà, nel comune di Povoletto a soli 9 km dal capoluogo udinese, in una zona popolata da dolci rilievi.
Con una popolazione di ca 5500 unità, il territorio comunale, si estende mediamente ad un’altitudine di circa 120 metri s.l.m.
Da sempre territorio vocato all’agricoltura, per la coincidenza di vari fattori, tra cui quello climatico, la fertilità dei campi e una lunga tradizione agricola tramandata sin dalle origini del paese.
In particolare la produzione vinicola è ai massimi livelli, per quantità e qualità.
Su di essa poggia gran parte dell’economia povolese.

Cenni storici
Povoletto divide lo stesso percorso storico di molti altri comuni della provincia di Udine, largamente colonizzata dall’Impero Romano, in un periodo compreso tra il I sec A.C. e il IV – V D.C., quando le truppe romane conquistarono la gran parte dell’attuale Friuli – Venezia Giulia, procedendo con un graduale processo di centuriazione delle terre.
Quest’anima agricola venne mantenuta, come detto, nei secoli, con un costante affinamento delle tecniche di coltivazione, e ad essa si devono i successi nel campo vitivinicolo registrato a partire dal secolo scorso.
Nei secoli successivi queste terre appartennero al Patriarcato di Aquileia, prima dell’invasione della Repubblica Veneziana.

Richiedi disponibilità

Ristorazione & Eventi

“Ristoranti e trattorie, cantine e sagre tipiche: i mille sapori del Friuli Venezia Giulia ti stupiranno sempre in ogni occasione dell’anno”.

Piatti tipici e riti culinari coloratissimi: una tale varietà di sapori e aromi la trovi solo in Friuli Venezia Giulia. Qui si sono incrociati popoli, lingue e tradizioni che hanno arricchito anche l’enogastronomia: puoi assaporare influenze mitteleuropee, mediterranee e slave, senza dimenticare la saporita cucina popolare dai piatti semplici e genuini, arricchiti dalle erbe spontanee, preparata in campagna e sui monti.

Gli ambasciatori dei prodotti tipici del Friuli Venezia Giulia sono l’ormai leggendario prosciutto di San Daniele, i formaggio montasio e i prestigiosi vini regionali: 8 zone Doc dove nascono anche chicche Docg come il verduzzo dolce, il cabernet il refosco e il friulano. Entra nelle cantine e scopri la rinomata ospitalità dei produttori “doc”!

Dalla cucina di mare arrivano crostacei e conchiglie, piatti come il boreto di Grado, gli scampi a labusara della tradizione istriana, i sardoni del golfo di Trieste e i ribaltavapori di Marano Lagunare.
Montasio, ricotta affumicata dal sapore di malga e formaggi sconosciuti, ma molto apprezzati, come il “formadi frant” e l’Asìno: scopri come la sapienza contadina, da generazioni e generazioni, crea sapori inimitabili.

Oltre a delizie come il prosciutto di Sauris e quello di Cormòns, si producono salami, speck e pancetta, senza dimenticare la curiosa brusaola e la pitina, polpetta affumicata a base di carni ovine, caprine o da selvaggina: un presidio slow food tutto da gustare!

Se il frico (tortino di formaggi, morbido o croccante), con musèt e brovade (cotechino e rape inacidite nella vinaccia), rimane emblema del mangiar friulano, non bisogna dimenticare i cjarsòns della Carnia(sorta di agnolotti dolci o alle erbe) e gli gnocchi di susine del Goriziano, che testimoniano gli influssi mitteleuropei.

La trota (quella affumicata in particolare, come la Regina di San Daniele), il miele, la mela Julia Dop, le grappe, gli oli, i dolci di ascendenza slava e mitteleuropea, come la gubana e il presnitz: un mondo di sapori da provare!

Tutti questi prodotti li potrete degustare all’Osteria di Villa Fredda, sempre condotta dalla famiglia Braidot, più precisamente da Luca Braidot, fratello di Mauro, e dalla moglie Barbara. Il ristorante a pochi chilometri dall’agriturismo , immerso nel verde dei vigneti, ti accoglie trà le sue splendide mura di pietra del 1700, ambiente accogliente e suggestivo che con il suo “fogolar” ricorda le vecchie cucine delle storiche case friulane.
www.villafredda.com

Richiedi disponibilità

Punti d'interesse e percorsi culturali

“Luoghi e genti, storia, architettura e cultura.
Una terra di confine che ha molto da raccontare di sé e del suo passato”.

Cividale del Friuli

Ponte del Diavolo
Cividale

Loggia del Lionello
Udine

Museo Archeologico Naz.
Cividale del Friuli

Casa delle Farfalle
Bordano

Il Castello di Udine

Tempietto Longobardo
Cividale

Museo Diocesano e Gallerie del Tiepolo
Udine

Casa Cavazzini
Udine

I Vini Più Venduti

Categorie