(di Adriano del Fabbro “informatore agrario”)

Mauro, come nasce Mont’albano?
Mont’albano è stato il mio primo sogno, che agli inizi degli anni 80 (1980) decisi di mettere in pratica, cambiando il mio approccio alla viticoltura.
Una scelta di stile di vita guidata dalla passione e dall’amore per il Friuli collinare e per la sua natura. Mi ritengo un Friulano DOC, che ha il coraggio di cambiare, di uscire dagli schemi e aver applicato i concetti della viticoltura biologica, prima che essa fosse regolamentata dalle certificazioni attuali, per me è oggi una grande soddisfazione.

Quale messaggio vuoi dare con il tuo vino?
Tutti i vini Mont’albano  sono prodotti da uve di alta qualità. Negli anni, ai vini autoctoni regionali, identificati oggi dal brand “Agricola”, coltivate esclusivamente nella nostra azienda di Savorgnano del Torre, secondo i metodi propri dell’agricoltura biologica, si sono aggiunti vini biologici di altri territori Italiani di pregio, sotto la nostra attenta supervisione e i nostri disciplinari di produzione, diversi viticoltori biologici Italiani producono vini per il brand Mont’albano.
Tutti i vini sono certificati biologici e vengono prodotti con un messaggio insito di rispetto delle risorse naturali. Personalmente credo che i vini debbano rispecchiare il territorio di provenienza e debbano essere autentici e genuini.
Questo servizio diventa un valore aggiunto per i nostri clienti che possono avere la nostra garanzia di qualità e di certificazione biologica, determinata dal nostro brand, anche su vini di altri generosi e validi produttori.

Il vino: passione solitaria o condivisa?
Assolutamente condivisa, non riesco a vedere la realizzazione egoistica di un prodotto come il vino, che trasmette da sempre convivio, calore, armonia e socializzazione.

Passioni a parte il vino: cosa ami fare nel tempo libero?
Condividere le mie passioni, dedicarmi alla famiglia, socializzare e leggere . Quando ho “sposato” l’agricoltura biologica ho scelto uno stile di vita autentico, vero e non viziato dalle speculazioni economiche.

Un sogno, un rimpianto e un progetto.
Non smetto mai di sognare, come tutti cerco di realizzare i miei sogni e quello attuale è legato al mio territorio, il Friuli Venezia Giulia, attraverso i miei vini voglio far emergere la storia di questa magnifica terra arcaica.
Non ho rimpianti, ho fatto molti sbagli ma a ognuno ho dato una motivazione, e tutti sono stati fatti per delle mie insufficienze conoscitive o di leggerezza dovute ai vari momenti, ma le soddisfazioni sono state anche tante.
Il nuovo progetto a cui sto lavorando si chiama Friulando, una piccola rete di impresa locale per aumentare l’incoming turistico in Friuli Venezia Giulia, insieme ad altre 5 piccole micro imprese artigianali locali.

Per scoprire tutti i vini Mont’Albano, clicca qui.